Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

sicurezza patentino abilitazione trattori agricoli e forestali

Non essendo specifica, la formazione necessaria a ottenere l’abilitazione non sostituisce quella obbligatoria a tutti i lavoratori, ma deve tuttavia essere posseduta anche dai lavoratori non dipendenti delle aziende agricole, dai titolari, dai soci e dai collaboratori familiari; in una definizione, da tutti coloro che utilizzano i mezzi agricoli.

Il provvedimento in questione è entrato in vigore lo scorso 13 marzo, perciò i lavoratori che utilizzano trattori e altri macchinari agricoli indicati nell’accordo sono tenuti a frequentare, entro il 13 marzo 2015, gli appositi corsi di formazione necessari per ottenere l’abilitazione. Tali corsi saranno tenuti da soggetti istituzionali (Ministero del lavoro, Inail, Regioni e Province), sindacati, organizzazioni agricole, ordini e collegi professionali; e saranno suddivisi in due moduli formativi in aula da tre ore (uno giuridico-amministrativo, uno tecnico) e due moduli pratici da cinque ore in campo (uno per la trattrice a ruote, uno per le cingolate). Una volta ottenuta, l’abilitazione durerà cinque anni e sarà rinnovata solo in seguito a un corso di aggiornamento di minimo quattro ore (di cui tre pratiche).

Sono esentati dall’obbligo di frequentare i corsi di formazione tutti i lavoratori agricoli che, alla data del 13 marzo, possono documentare un’esperienza biennale di uso di un trattore avvenuta negli ultimi dieci anni; questi lavoratori dovranno comunque frequentare i corsi di aggiornamento dopo cinque anni. Per attestare l’esperienza biennale, la circolare numero 12 del Ministero del lavoro (11 marzo 2013) indica di redigere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che, per i lavoratori dipendenti, deve anche contenere la denominazione delle aziende nelle quali sono stati assunti.

È importante, infine, ricordare che la circolare ministeriale chiarisce che l’obbligo dei corsi di formazione vale anche per chi utilizza solo occasionalmente i trattori, poiché è proprio questa la tipologia di lavoratori agricoli che più subisce gravi infortuni.

Salva

Questo contenuto é riservato ai soli iscritti. Se sei già registrato esegui l'accesso. I nuovi utenti possono registrarsi usando il form sottostante.

Utenti collegati esistenti

cinque × 1 =

   
Nuova Registrazione Utente
*Campo obbligatorio